Appia Regina Viarum - 15/05/2019

Per sostenere la candidatura UNESCO della Via Appia Antica a Patrimoniodell’Umanità, il Comune di Brindisi ha organizzato, con  le sezioni locali del Club per l’UNESCOe Italia Nostra, un convegno su “AppiaRegina Viarum”. Al convegno, svoltosi mercoledì 19 Maggio in una affollataSala Università di Palazzo Nervegna, sono intervenuti il sindaco di Brindisi,Riccardo Rossi, la presidente del Club per l’UNESCO Brindisi, Clori OstillioPalazzo, la presidente di Italia Nostra Brindisi, Maria Ventricelli, equalificati relatori, archeologi esperti della Via Appia Antica: GiulianoVolpe, professore Ordinario di Archeologia dell’Università di Foggia, che hacoordinato i lavori del convegno, Daniele Manacorda, professore Ordinario di Metodologia e tecnica dellaricerca archeologica Università di Roma Tre, Alfonso Santoriello, professoreAssociato di Archeologia Università di Salerno, Giuseppe Ceraudo, professoreordinario di Topografia Antica, Università del Salento. Questi, secondo glistudi relativi al loro territorio, hanno relazionato sulla situazionestorico-archeologica della Via Appia. 

Il sindacodi Brindisi, in accordo con il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, haribadito la sua volontà di continuare il percorso già inoltrato per lacandidatura della Via Appia come Patrimonio UNESCO, e ha lanciato un progettoparallelo per la costituzione di un sistema museale sulla Via Appia a cuidovrebbero aderire i comuni che si trovano su questo percorso.

Erano presentinumerosi Autorità tra cui la Referente della Sovraintendente Archeologica dellaPuglia, Sindaci di città vicine e la prof. Maria Simone, Consigliera FICLU conalcuni Presidenti dei vicini Club per l’UNESCO interessati all’argomento.