Giornata mondiale in memoria delle vittime dell'Olocausto - 27/01/2019

In occasione della Giornata mondiale della Memoria il Club per l’Unesco di Brindisi con la collaborazione del liceo scientifico “Fermi-Monticelli” ha voluto ricordare con una conferenza-dibattito, dal titolo “La questione ebraica e la Shoah, il periodo storico in cui furono promulgate le leggi razziali in Italia”.

Gli studenti delle classi quarte guidate dal professor Francesco Cardone, docente di Storia e Filosofia, hanno ricordato e affrontato quel periodo così triste e devastante della nostra storia più recente.

Riportiamo di seguito il testo scritto dagli studenti: “un monologo e una canzone presentati da alcuni studenti del liceo insieme ad un messaggio educativo diffuso dal Dirigente Scolastico Stefania Metrangolo, hanno introdotto il seminario intitolato a tal proposito “la questione ebraica e la Shoah”.

In primis, si è discusso su quando e perché è stata istituita la giornata della Memoria e le finalità a essa legate a livello etico-educativo, continuando con delle informazioni di carattere etimologico sul significato di “Shoah” e sulla dovuta differenza rispetto a “Olocausto”, spesso erroneamente scambiati per sinonimi. Grande attenzione è stata data inoltre ai processi storici che hanno contribuito al fenomeno della segregazione razziale come la contaminazione delle teorie positiviste dell’epoca e soprattutto l’emanazione delle leggi di Norimberga del 1935 e la successiva adozione italiana del 38. Tutte le informazioni hanno permesso agli studenti coinvolti, più di un centinaio tra quarte e quinte, di ottenere una visione globale degli eventi con dei collegamenti interdisciplinari tra storia, filosofia, letteratura ed educazione civica. Il professore Cardone ha specificato inoltre le modalità logistiche e  tecniche tramite cui avveniva la deportazione con delle immagini e delle mappe storiche. La presentazione ha avuto un ulteriore tratto filologico, in quanto sono stati direttamente proiettati e analizzati i precisi documenti storici che hanno permesso il processo razziale: dal “Mein Kampf” di Hitler al protocollo di Wannsee. Infine l’incontro si è concluso dando voce agli studenti i quali hanno espresso le proprie opinioni e i propri dubbi riguardo il tema e le diverse soluzioni affinché non si ripetano mai più eventi di simile natura. Il convegno, durato circa tre ore, ha riscosso grande popolarità fra gli studenti che hanno molto apprezzato tutta l’analisi storica e ha permesso loro di partorire un momento di riflessione personale.